Cambiamenti in azienda, ridefinizione di spazi per la sostituzione di macchinari o per l’avvio di nuovi processi di lavorazione. Oppure, adeguamento delle strutture alle leggi in vigore, che si tratti di norme anti-inquinamento o di nuove regole inerenti la sostenibilità ambientale: vie di fuga e impianti idraulici e di gas, accorgimenti per limitare lo spreco energetico. Infine, riparazione delle infiltrazioni dai tetti o di grondaie, rifacimento di alcune parti dell’intero edificio, riqualificazione o cambio di destinazione d’uso. Le ristrutturazioni industriali comprendono tutti questi interventi e molti altri ancora.

Ristrutturazione immobili industriali: la lista delle priorità

Dalla progettazione al risultato finale, i lavori da pianificare sono numerosi, sia che interessino capannoni industriali produttivi sia che riguardino immobili adibiti allo stoccaggio di merci o a servizi di vario genere.

Ogni intervento è diverso dagli altri, poiché diverse sono le esigenze dei clienti e le priorità. Proprio per questo motivo, prima di iniziare le ristrutturazioni industriali è necessario fare chiarezza su una serie di fattori: budget, destinazione d’uso e tempistiche a disposizione.

Grazie a questi dettagli si potrà non solo decidere che tipologia di opere eseguire, ma anche stabilire in quanto tempo dovrà essere ristrutturato l’ambiente. A seconda dell’urgenza sarà possibile rimandare o eliminare ciò che non è al momento indispensabile. Solitamente i lavori più importanti sono quelli che mirano ad ottimizzare la sicurezza e la salubrità della struttura in oggetto. Come già accennato, l’impiantistica, il miglioramento sismico e l’ottimizzazione della stabilità rientrano tra le prime azioni da considerare. Essenziale è poi l’adattamento a quella che sarà la funzione definitiva dell’immobile. Ad esempio, se si intende strutturare l’edificio per carichi maggiori, intervenendo su eventuali soppalchi o sulle strutture già esistenti, è doveroso prevedere gli adeguamenti e le variazioni strutturali necessarie.

Se uno degli obiettivi è una resa estetica migliore, avranno un ruolo primario rivestimenti e pavimenti – interni ed esterni – che dovranno essere duraturi, resistenti e sicuri, in materiali che necessitino di meno manutenzione possibile.

Ristrutturazione capannoni completa: il consolidamento 

Se si è all’avvio di una nuova attività, spesso il capannone, l’officina, lo stabilimento appena acquistato è da ristrutturare completamente. In questi casi si interviene per prima cosa con la verifica e l’eventuale assestamento delle strutture, la sistemazione del tetto, il rifacimento della facciata, la posa di infissi nuovi, l’installazione di un cappotto interno per il contenimento energetico, gli adeguamenti igienico sanitari e la progettazione degli spazi interni. La fase di esecuzione sarà preceduta da una serie di analisi, misurazioni e monitoraggi al fine di realizzare l’opera secondo i giusti criteri. Una delle prime attività sarà l’identificazione della costruzione, che potrà comprendere il rilievo geometrico complessivo di fessurazione, l’accertamento dei materiali e del loro stato di degrado, la conoscenza del sottosuolo e delle fondazioni.

Se parliamo di consolidamento della struttura già esistente, le strategie di intervento potranno andare in diverse direzioni:

  • Rinforzo degli elementi presenti, implementandone resistenza o duttilità;
  • Inserimento di elementi nuovi, per aumentare la sicurezza di una parte o di tutto l’edificio;
  • Valutazione del cambio di destinazione d’uso;
  • Collocazione di protezioni passive di base;
  • Riduzione o aumento delle masse.

Queste operazioni possono differire in termini di invasività e reversibilità, estensione, integrità architettonica, durabilità e compatibilità dei materiali, stato di coazione fornito, comportamento statico e dinamico accertato.

Ove il fattore determinante non sia una mancanza strutturale, potranno essere eseguiti altri lavori di ripristino:

  • Riduzione della carenza di collegamenti tra gli elementi;
  • Diminuzione dell’eccessiva deformabilità dei solai;
  • Inserimento di coperture;
  • Incremento della resistenza delle murature;
  • Interventi su pilastri e colonne;
  • Interventi di fondazione;
  • Interventi su elementi non strutturali.

Manutenzione edilizia e ristrutturazione: l’impiantistica e l’importanza di scegliere l’impresa giusta

In ristrutturazioni industriali che richiedono un provvedimento impiantistico, si dovrà valutare quanto esso incida a livello strutturale, trovandosi nella situazione di dover realizzare impianti che non siano troppo invasivi. Alcuni esempi sono i tagli e le bucature eseguite negli orizzontamenti, nei solai, nelle murature. Impianti idrici, elettrici e termici sono essenziali non solo in ottica di funzionalità ed efficienza dell’immobile ma anche di risparmio energetico, sostenibilità ambientale e comfort dei lavoratori.

Per questi motivi – e anche per le speciali misure che devono essere prese all’interno del cantiere – è necessario rivolgersi ad un’azienda che abbia pluriennale esperienza in ristrutturazioni industriali e che possa garantirti la sicurezza e l’affidabilità indispensabili. Nella ristrutturazione e manutenzione edilizia di una fabbrica o di un capannone ci sono aspetti imprescindibili da considerare: in uno stabilimento ci sono persone che operano quotidianamente e gli ambienti devono essere perfettamente in funzione e ben conservati.

Prevedere con regolarità ristrutturazioni edili e manutenzioni degli immobili industriali è estremamente importante: tutti gli aspetti delle lavorazioni e delle mansioni inerenti al funzionamento dell’attività oggetto di intervento devono essere posti in primo piano, perché la produzione dovrà funzionare come e meglio di prima, senza introdurre rallentamenti o inefficienze.

Assicurati che gli accordi con l’impresa a cui ti rivolgi prevedano ristrutturazioni chiavi in mano, ovvero che tutto sia incluso nei limiti di spesa concordati e – se dovesse rendersi necessario un aumento del budget iniziale – il fornitore dovrà illustrare nel dettaglio e con trasparenza le ragioni dietro questi ulteriori investimenti. Una buona impresa ti aiuterà inoltre nella gestione delle pratiche burocratiche e amministrative, nonché nella richiesta di eventuali agevolazioni fiscali previste dalla legge italiana per questo tipo di opere. 

La Prosapio Patrick Service Srl possiede esperienza trentennale in edilizia industriale e residenziale ed è riconosciuta per la propria professionalità. Contattaci per uno studio di fattibilità sul tuo immobile industriale!