Edilizia Industriale

Prosapio immagine di delfini

Le ristrutturazioni industriali di opifici e/o stabilimenti e/o aree manifatturiere sono da considerarsi come la fusione di esperienze tecniche ingegneristiche ed architettoniche.

Le principali difficoltà delle ristrutturazioni industriali sono strettamente connesse allo status quo dei luoghi e degli edifici da ristrutturare, non esistono parametri standard e né tanto meno soluzioni universali da ripetere progetto per progetto.

Fattore chiave è l’esigenza del cliente. A volte talune si possono sposare con la fattibilità di progetto, a volte questo diventa impossibile dal punto di vista tecnico.  Per superare questa impasse occorre instaurare un rapporto chiaro e diretto con il cliente tale da sviscerare i principali vincoli legati alla fattibilità che sono per lo più economici e di budget da una parte e la capacità/elasticità tecnica di proporre soluzione alternative performanti.

Il consolidamento strutturale è un fattore chiave dell’attività di ristrutturazioni industriali. In molti casi le strutture da ripristinare sono buone ed idonee per ospitare una nuova attività manifatturiera, in molti altri casi invece queste devono essere smantellate e/o consolidate.

Dal punto di vista impiantistico, invece, l’attività più delicata è stabilire se nell’immobile e/o nell’area industriale da ristrutturare esistono apparati a norma ed ancora in vita e, soprattutto, quanto costa recuperarli. Generalmente questo accade molto raramente in quanto il progresso tecnico e lo sviluppo tecnologico consentono oggi nuove installazioni a costi contenuti, con rendimenti e performance tecniche molto efficienti. Una ristrutturazione industriale di per sé rende più efficiente dal punto di vista energetico ogni stabilimento.

RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO

CON 25 ANNI DI ESPERIENZA NEL SETTORE